Alessandra Saglimbene – Psicologa, Psicoterapeuta e Sessuologa

Alessandra Saglimbene  – Psicologa, Psicoterapeuta e Sessuologa

Mi chiamo Alessandra Saglimbene, amo vedere le persone cambiare nel “loro meglio” e ho fatto di questo il mio lavoro. Sono una  psicologa, una sessuologa e una psicoterapeuta, specializzata in Psicoterapia Breve Strategica. Cosa significa? Che il mio lavoro consiste nell’ottenere il massimo da ogni singolo incontro, per aiutare le persone a usare le proprie risorse e risolvere i propri problemi nel minor tempo possibile. Lavoro a Roma, Ostia e Online. I problemi sono come un tavolo, come una mosca e come una scacchiera (B. Paoli). Come un tavolo si regge su più gambe, così i problemi umani si reggono sulle azioni e reazioni che le persone coinvolte mettono in atto. Per quanto questo equilibrio possa essere doloroso o fastidioso, ogni persona coinvolta in un problema dà il suo  personale contributo al mantenimento del problema stesso. Provate ad immaginare un tavolo triangolare che poggia su tre gambe, una per angolo. Una di queste gambe ce la mettiamo noi; se la togliamo, il problema cade. Questa immagine  ci illustra in modo straordinario il costrutto fondamentale della terapia breve: le tentate soluzioni. Chi si trova dentro ad un problema sta mettendo in atto delle strategie disfunzionali (le tentate soluzioni) che mantengono o addirittura alimentano il problema. Scopo della terapia breve è quindi sostenere il paziente nel togliere quella “gamba” grazie alla quale alimenta il proprio problema o il proprio disturbo. Non si tratta quindi di cercare il colpevole ma di operare rapidamente affinché il problema cada. Scoprire infatti il “perché” un problema è sorto non è di alcun interesse operativo, al contrario. Individuare  la causa passata che ha originato un problema infatti, sempre ammesso che sia  possibile farlo, può addirittura portare ad un peggioramento: se conosco il perché oggi ho un disturbo, ho una ragione in più per pensare che non riuscirò mai ad eliminarlo dalla mia vita. Ognuno di noi quando è dentro ad un problema o ad un disturbo agisce come una mosca che sbatte contro il vetro: dal suo punto di vista sta attraversando la via più facile per uscire fuori. I problemi sono la realizzazione di un punto di vista irrigidito secondo cui non ci sono soluzioni alternative perché “si è tentato tutto”. E questo è vero: si è provato tutto, dal proprio punto di vista, appunto.

L’approccio della terapia breve alla soluzione dei problemi umani agisce in modo tale da sostenere il paziente a modificare il suo punto di vista in modo tale da individuare vie di uscita alternative, più efficaci e funzionali.

I problemi umani sono, infine, come una scacchiera in cui, muovendo anche una sola pedina, tutte le altre cambiano di significato (B. Paoli). Ognuno di noi contribuisce enormemente al funzionamento di ciò che lo circonda, tanto che creiamo la realtà che poi subiamo (G. Nardone).

“E’ evidente quindi che non è la stessa cosa se ci consideriamo pedine di un gioco le cui regole chiamiamo realtà oppure giocatori del gioco di cui sappiamo che le regole sono “reali” soltanto nella misura in cui le abbiamo stabilite, accettate, oltre a sapere che possiamo cambiarle” (Paul Watzlawick)

Che ci piaccia o meno quindi,  tutti noi siamo i protagonisti, i performer della nostra vita: iniziamo quindi ad agire “come se” fossimo l’unico elemento di controllo: lo diventeremo davvero.

 

…IN SINTESI

Sono una psicologa (laureata in Psicologia all’Università “La Sapienza” di Roma ed iscritta all’Ordine degli Psicologi del Lazio, nr. 20379), una psicoterapeuta (specializzata in Psicoterapia Breve Strategica, presso il Centro di Terapia Breve Strategica di Arezzo diretto dal prof. Giorgio Nardone ), e una sessuologa (formata presso l’ A.I.S.C., Associazione Italiana di Sessuologia Clinica).

Per sapere se posso esserti utile chiama il 388 82 37 291,  oppure scrivimi una mail:  alessandra.saglimbene@gmail.com.